C’era una volta una finlandese che ballava la tarantella

ANTROPOLOGIA TEATRALE E TARANTELLA

visioni sulla danza popolare contemporanea

di Tullia Conte

Foto di Silvia Pierattini © meeting del tamburello 2013

 

 

C’era una volta una finlandese che ballava la tarantella

La danza popolare contemporanea, incontri tra musica ed internazionalismo, rivoluzione al femminile al 7° Meeting del Tamburello, Roma

964576_10201144339198952_467174423_o

Roma ospita la settima edizione di un festival importante – nato dal basso:  il Meeting del Tamburello, organizzato dalla Società Tamburi a Cornice. Il primo appuntamento fu organizzato nel 2008, l’anno scorso gli incontri  sono diventati internazionali, dando respiro e risalto ad una tradizione di tutta l’area mediteranea che, come recita il promo, unisce il mondo.

965114_10201144413720815_178636652_oSede dei workshop e dei concerti sono l’area dell’ex mattatoio, oggi divenuta Città dell’altra Economia che divide gli spazi con lo storico  Villaggio Globale, e la scuola di Musica Popolare di Testaccio. Tra ospiti provenienti da tutto il mondo, folla di curiosi, allievi, musicisti e tamburellisti di ogni tipo, il festival da attenzione anche alla danza popolare, alle performance, alle sperimentazioni che si allontanano dalla “pura e semplice” tradizione, portandosela inevitabilmente sempre dietro.

468882_10201144377919920_1244381932_o

Un attenzione che il Meeting ha sempre avuto, tra gli ospiti illustri esponenti di tradizioni, come la danzatrice Marialuisa Sales, (interprete e coreografa che si occupa  di danza indiana, di rinomata fama)intervenuta nelle passate edizioni.

Un internazionalismo confermato anche quest’anno dalle numerose danzatrici. In un clima di gioia e partecipazione, sapientemente costruito dall’enorme staff che ha lavorato impeccabilmente per sostenere un evento di questa portata. In un programma fittissimo di workshop su tantissimi tipi di percussioni, ci sono anche laboratori di movimento corporeo: quello di  teatro danza, sanTarantella (condotto da me medesima con suDanzare), il  TarantAtelier di Maristella Martella. Le performance di danza si alternano con i concerti, sono tante.

976841_10201144395800367_97888541_o

Mi colpisce sempre Solo di Taranta, cosi’ si chiama l’assolo di Maristella Martella, un esperimento unico sulla danza popolare, ancestrale e magnifica; SanTarantella é uno dei prodotti di suDanzare, il progetto che coinvolge numerose danzatrici, ed esplora la “malattia mentale”, legame della tarantella e del tarantismo che da molti spunti per quanto riguarda il teatro danza;
Ashai Lombardo Arop  danza con l’ensemble di Paolo Cimmino, condivide con il pubblico la sua fortissima energia, offrendo uno dei momenti migliori del festival; Astrid Alessandra Luzzi, con un ensemble dal vivo,  ha messo in scena Fimmine Fimmine, con l’interpretazione danzata di Laura Apostoli, Susanna Sebastiani, Martina Vincenzi, che raccontano la condizione femminile in occasione della ” Staffetta di donne contro la violenza sulle donne” organizzata dall’ UDI ( Unione Donne Italia).

” La tarantella é femmina”, dice uno dei personaggi dello spettacolo tarantella *cruda: me ne sono resa conto guardando Sofia Silfvastfinlandese, studiosa che ha lasciato a casa con il suo compagno un figlio di due anni e mezzo, giusto il tempo di venire fino a Roma, di incontrarla quest’arte strana, passione oscura e ossesione danzata che si chiama Tarantella. Una danza che accomuna le persone, un linguaggio che comincia a diffondersi in un’europa sempre più veloce e aperta ai continui scambi culturali.

736790_10201144548404182_39177511_o

_____________________________________________________________

tullia conte 2013 © riproduzione riservata

 

 

| CREDITS |

Meeting del Tamburello: http://www.tamburellomeeting.com

Società Tamburi a Cornice: http://www.tamburiacornice.com/

Foto di Silvia Pierattini © meeting del tamburello 2013

 

 

| G O S T H t R A C K |

sito ufficiale di sanTarantella: www.performancetarantella.wordpress.com

981016_10201144537123900_1558846403_o

Tagged , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: