TARANTELLA, danza del Mediterraneo 24-31 luglio 2014 Fondazione Le Costantine (Casamassella – Le)

ANTROPOLOGIA DELLA TARANTELLA

visioni sulla danza popolare contemporanea

di Tullia Conte

follow_facebook

Sudanzare (Parigi – Napoli)

Soniboni Officine Culturali (Salento)

presentano

ciclo di incontri dedicati alla danza e al canto popolare

TARANTELLA, danza del Mediterraneo

24-31 luglio 2014

Fondazione Le Costantine (Casamassella – Le)

Partner del progetto: Uisp Comitato Territoriale Lecce, Ass.ne Novaracne (Torrepaduli – Le), Ass.ne DNA donna (Soleto – LE), Ristorante 203 Arte&Cucina (Calimera – LE). Sosteniamo Lecce2019 candidata capitale europea 2019.

Tommaso Sollazzo ft. Tullia Conte - TARANTELLA CRUDA_2 17

Direzione didattica e organizzativa:

Tullia Conte, Mattia Doto, Stefania Cosi

Sarà un incontro speciale quello che si terrà a Casamassella dal 24 al 31 luglio, dove insegnanti, appassionati e cultori della nostra tradizione saranno ospiti in un’oasi di pace, in un luogo magico immerso tra uliveti e macchia mediterranea: la Fondazione Le Costantine.

Tarantella Danza del Mediterraneo è un rogetto laboratoriale di danza e musica popolare del sud Italia, che nasce dall’interesse maturato tra l’associazione internazionale suDanzare, con sede a Parigi, in collaborazione con l’ass.ne salentina Soniboni. Officine Culturali.

Il progetto coinvolge diverse associazioni e realtà del territorio, che hanno inteso collaborare al progetto per offrire un’opportunità di studio e svago, valorizzando la terra salentina, la sua gente e le sue strutture. Il progetto coinvolge, in uno scambio internazionale, gli allievi della scuola suDanzare di Parigi e Napoli e gli allievi dei corsi di danza e canto popolare che si tengono presso Soniboni. Officine Culturali e Novaracne, partner del progetto. L’obiettivo è quello di allargare lo spazio di condivisione delle danze con la popolazione locale, organizzando workshop, incontri, serate a tema, aperte a tutti coloro che vogliono immergersi in una settimana dedicata alle tarantelle del sud Italia.

Non è casuale, infatti, la scelta della Fondazione Le Costantine, nata nel 1982 per proseguire il lavoro che due nobildonne salentine Giulia Starace e Lucia De Viti de Marco, agli inizi del ‘900, avevano portato avanti, occupandosi con amore di ragazzi disabili, lavorando per dare autonomia alle donne del luogo e spronando i giovani a lavorare nel proprio paese. Oggi la Fondazione si estende per 33 ettari di terreno e riunisce in una sola realtà la tessitura, l’agricoltura biodinamica, l’ospitalità e la formazione, con una particolare attenzione ai diversamente abili. Nel bosco, in un’aia suggestiva, avrà luogo la settimana di workshop, previsti la mattina e il pomeriggio. Ogni giorno incontri dedicati alle Tarantelle del sud Italia e al Canto popolare insieme agli insegnanti Ada Metafune, Emanuela Gabrieli, Alessia Tondo, Tullia Conte, Mattia Doto. Gli insegnanti, sono collaboratori di Soniboni Officine Culturali, associazione di promozione sociale che ha progettato insieme all’ass.ne parigina suDanzare la programmazione prevista durante la settimana.

Un’opportunità per tutti coloro che vogliono condividere questo progetto didattico per lo studio delle culture mediterranee”, ci spiega Tullia Conte, direttrice artistica di Sudanzare. “l’associazione ha già realizzato questa esperienza residenziale con un ciclo di workshop internazionali nel mese di aprile a Napoli. L’esperienza ha raccolto molti appassionati e danzatori provenienti dalla Francia e da tutta Italia, realizzando dei momentti di scambio e condivisione molto intensi. Per questo coinvolgere le associazioni salentine é un modo per condividere una buona pratica di formazione e studio con associazioni che sono attive nel territorio.”

Stefania Cosi, presidente di Soniboni Officine Culturali, parla del progetto come di una nuova sfida per un’associazione che, dopo diverse esperienze maturate in ambito musicale in Italia e all’estero, si dedica alla creazione di uno spazio ricreativo, dove ognuno può esprimersi proponendo progetti diversi e seguire quelli che ogni giorno vengono offerti ai soci. “Durante la programmazione invernale – dice Stefania Cosi – nella nostra associazione avevamo raccolto diverse richieste per l’organizzazione di incontri estivi di approfondimento e studio. Quello che abbiamo cercato di fare è stato di unire le forze, presentando il progetto ad associazioni che hanno deciso di unirsi a noi per sperimentare un modo di lavorare condiviso e partecipato, grazie alla collaborazione di tutti, realizzando così un percorso di studio che diventa anche momento di crescita collettiva, di incontro, scambio e condivisione, principio fondante della nostra associazione. ”.

Le giornate di studio saranno organizzate secondo una programmazione didattica molto varia. La mattina si terranno i laboratori coordinati da Tullia Conte e Mattia Doto, alternando lezioni di tarantella del Gargano, pizzica brindisina, tammurriate agro-nocerine, giuglianese e avvocata, tarantella calabrese e cilentana. Nelle ore più calde gli allievi potranno rilassarsi a mare, nel caratteristico porticciolo di Porto Badisco e nelle spiagge otrantine, per proseguire la sera con i seminari che vedranno la partecipazione di illustri artisti del territorio salentino tra cui Ada Metafune ricercatrice e insegnante di pizzica, che da più di vent’anni è impegnata con la sua associazione Novaracne nella valorizzazione della cultura popolare salentina, con stage internazionali e convegni a cui ha preso parte in Italia e all’estero. Seguiranno i seminari con Emanuela Gabrieli e Alessia Tondo sul canto popolare, con il progetto Canto dell’anima, dove si esplora la voce, il rapporto tra corpo, postura ed emissione vocale, viaggiando attraverso il canto polivocale salentino. Non ultimi i seminari di approfondimento sulle Tammurriate campane, sulla tarantella calabrese e cilentana, pizzica brindisina, tenuti da Tullia Conte e Mattia Doto.

A fare da cornice ai workshop, si prevedono visite guidate organizzate, incontri e dibattiti, quest’ultimi in collaborazione con Biagio Panico, costruttore di tamburelli, Ada Metafune che ci parlerà della pizzica scherma e Celerina Metafune con i suoi progetti di rafia e corda. Diverse le visite guidate previste tra cui la visita presso il laboratorio di tessitura, attivo presso la Fondazione e, grazie alla disponibilità di Caterina Micati del Ristorante 203 Arte&Cucina, è previsto un percorso di scoperta delle bellezze di Calimera, tra cui la Chiesa della Madonna di Costantinopoli, la Cappella del Crocifisso del 1698, la Casa-museo della Civiltà Contadina e della Cultura Grika. Il risveglio mattutino sarà organizzato con sessioni di Yoga e Pilates, tenute da Ornella Gidiuli e Stefania Cosi.

Il partenariato del progetto vede la stretta collaborazione con diverse realtà del territorio, tra cui l’ente di promozione UISP Sport per tutti Comitato Territoriale Lecce, l’associazione DNA donna che si occupa di favorire azioni di contrasto alle discriminazioni di genere e l’associazione Novaracne di Torrepaduli.

Il progetto Tarantella Danza del Mediterraneo vuole essere un percorso ma anche un’opportunità di studio e approfondimento, primo passo verso un progetto di sviluppo come occasione di scambio e formazione in ambito musicale, teatrale e coreutico a livello europeo.

SONIBONI OFFICINE CULTURALI

SUDANZARE

email: sonibonisalento@gmail.com email: sudanzaresudanzare@gmail.com

 

INFORMAZIONI

Direzione didattica e organizzativa

Stefania Cosi, Tullia Conte, Mattia Doto

Insegnanti: Ada Metafune (Pizzica Pizzica e cenni storici sulla Pizzica Scherma) – Emanuela Gabrieli e Alessia Tondo (Canto dell’anima – Seminari intensivi su tecnica nel rapporto corpo, postura, tensioni corporee ed emissione vocale, canto polivocale salentino)- Tullia Conte e Mattia Doto (pizzica pizzica, tammurriate agro nocerino, giuglianese e avvocata, tarantella del Gargano, pizzica brindisina, tarantella calabrese e cilentana) – Stefania Cosi (Pilates Matwork – Istruttore Uisp) – Ornella Gidiuli (Yoga Asthanga)

Collaboratori: Barbara Bitetti (presidente Sudanzare) – Enza Miceli (ass.ne Dna Donna) – Elena Coluccia (ass.ne Soniboni. Officine Culturali) – Mauro Amato (ass.ne Soniboni. Officine Culturali)– Logistica sul posto – Maria Antonietta Nuzzo (ass.ne Dna Donna)

Servizi fotografici: Lavinia Urso (ass.ne Soniboni. Officine Culturali)

 

Siti di riferimento:

www.sudanzare.com

www.lecostantine.eu

© tarantella cruda 2014

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: